Agenda

Informazioni Evento

  • ven
    01
    Mag
    2015

    1. Maggio - A testa alta

    12:00Lugano

    A TESTA ALTA: NON C’È LAVORO SENZA DIGNITÀ

    È questo lo slogan che l’Unione sindacale svizzera Ticino e Moesa ha scelto per il primo maggio di quest’anno. Uno slogan che ben riassume la volontà di riscatto dei lavoratori e delle lavoratrici che devono fare i conti con un mondo del lavoro sempre più conflittuale, sempre più difficile, sempre più precario.

    Questo slogan sarà declinato in tutto il corteo e attraverso le voce degli oratori e delle oratrici che si succederanno sul palco: da Fernando Giulietti, storico militante di UNIA alla giovane Manuela Fraquelli (anche lei di UNIA); dal giovane militante di syndicom Josè Manuel Feijoo Fariña, postino molto attivo a livello sindacale a Stavros Rantas-Savosa, medico, già presidente della comunità ellenica in Ticino, presidente del club Ikaria natura e cultura, co-responsabile e membro del comitato promotore “Syriza” in Svizzera. Syriza, appunto, la voce della sinistra che in Grecia ha vinto le elezioni con un messaggio chiaro: le politiche di austerità mortificano le persone, che non sono numeri da usare per fare quadrare un bilancio. Chiuderà Graziano Pestoni, presidente dell’Unione sindacale svizzera Ticino e Moesa.

    A testa alta vuole anche essere il motto di una nuova ripartenza per il movimento sindacale e per tutte le forze sociali e ambientaliste, perché lavoro e territorio sono sempre più connessi. Perché lavoro e territorio sono beni comuni che vanno tutelati dalla spregiudicatezza onnivora di certi imprenditori.

    Il sito Web

    12:00: Apertura della cucina e del mercatino solidale in piazza Manzoni.
    13:30: Ritrovo presso il Campo Marzio per la partenza del corteo.
    14:00: Partenza del corteo.
    15:00: Interventi dal palco in piazza Manzoni.
    17:00: Inizio dei concerti.
    18:00: Apertura della cucina.
    23:00: Fine della manifestazione