Considerazioni dopo le elezioni federali

Grazie a chi ci ha dato fiducia: il Partito Socialista c’è!

La Sinistra unita in Ticino ha superato il 17%. La Gioventù socialista, alla sua prima sfida elettorale, dove era presente con i suoi candidati, ha ottenuto buoni risultati. Il Partito Socialista è soddisfatto di essere riuscito a mantenere le posizioni, come in Ticino, o di averle migliorate, come a Zurigo. Siamo rimasti l’unica grande forza politica capace di resistere all’ondata delle forze populiste e neo-liberiste. E ci impegneremo fino all’ultimo in questa battaglia.

Per questo ci teniamo a ringraziare sentitamente le candidate e i candidati del PS, della GISO e della lista internazionale, come pure i compagni di lotta del PC e del POP, per il loro incessante impegno in questa difficile campagna elettorale. Ringraziamenti e congratulazioni a Marina Carobbio Guscetti per la sua brillante rielezione: contiamo sulla sua presenza a Berna perché continui, con l’impegno che conosciamo, a difendere i diritti delle cittadine e dei cittadini e a portare avanti gli obiettivi socialisti nei prossimi difficili quattro anni. Congratulazioni per il suo risultato e un grazie particolare anche a Roberto Malacrida per aver accettato la sfida di una canditura al Consiglio degli Stati. Siamo grati al presidente ad interim Carlo Lepori, per essere stato capace di assicurare continuità al partito in questa fase incerta. E grazie a chi si è impegnato in prima persona per contribuire al successo di questa campagna!

Il Partito Socialista prende atto con preoccupazione del successo elettorale dell’estrema Destra di UDC e Lega. Successo legato alla cultura della paura, coltivata da questi partiti. I disagi provocati dal liberismo economico e dalle guerre in atto sono sempre più presenti anche in Ticino e in Svizzera. Purtroppo ha avuto il sopravvento chi sventola – a suon di centinaia di migliaia di franchi spesi per la propaganda politica – le bandiere della xenofobia e del razzismo, predicando il mito della sovranità nazionale e dell’esclusione, senza però proporre soluzioni vere ai disastri economici e umanitari con cui siamo confrontati.

A tutte e tutti coloro che sono convinti che una società più giusta, senza paure, sia possibile, che vogliono un Ticino forte nel lottare per la prosperità di tutti e generoso nell’aiutare chi si trova nel bisogno, diciamo: il Partito Socialista c’è! Aderite al PS, prendete parte alle sue lotte, partecipate alle sue liste per le prossime elezioni comunali. Insieme potremo resistere al riflusso di Destra e potremo costruire una società migliore.