Il Comitato cantonale: Roberto Malacrida candidato del PS agli Stati

Alla presenza di circa 70 persone, Ornella Buletti ha aperto i lavori in sostituzione di Evaristo Roncelli, spiegando in sua vece che la riunione si tiene alla FTIA di Giubiasco perché proprio a Giubiasco si è svolta sul finire del XIX secolo una riunione di preparazione alla fondazione del Partito Socialista.

Il presidente ad interim Carlo Lepori ha esordito con una panoramica sui problemi globali del pianeta, passando per l’Europa con una riflessione sul fallimento delle tesi neoliberiste e la possibilità di un’Europa diversa, per arrivare infine al livello federale, giù giù fino alla realtà locale nella prospettiva delle elezioni comunali dell’anno prossimo. Ovviamente, in questo quadro è critico l’aspetto delle congiunzioni. Lepori ha inoltre presentato il candidato del PS al Consiglio degli Stati, Roberto Malacrida.

Il verbale del Comitato del 20 maggio 2015 è poi stato approvato, così come le deliberazioni del Congresso del 15 giugno.

Per quanto riguarda le congiunzioni, quella con la GISO è già stata approvata al Congresso. Sulla congiunzione con il PS internazionale, attraverso un breve contributo video Filippo Contarini ha presentato l’idea della lista del PS internazionale. I 4 candidati e candidate, fra i quali Nicoletta Gianella era presente in sala, sono poi stati presentati individualmente. La lista è stata approvata per acclamazione all’unanimità. Sulla possibile congiunzione con il Partito Comunista ha preso la parola Massimiliano Ay, che ha espresso la disponibilità alla congiunzione del suo partito. Subito dopo il Comitato ha approvato all’unanimità la congiunzione. Il POP ha precisato con una lettera che non c’è alcun problema con la congiunzione, che quindi è pure stata approvata dal Comitato.
È poi venuto il momento della discussione della congiunzione con i Verdi, il tema forse più controverso e atteso. Il confronto è stato lungo, appassionato, vivace e ha presentato posizioni differenti, sia pro sia contro, con molti interventi interessanti e argomentati. Oggetti del contendere sono stati il ruolo di Sergio Savoia, la collaborazione con i Verdi, l’esistenza o meno di un fronte rossoverde, le possibilità di collaborazione in ambito locale. Considerata la condizione posta dai Verdi e le dichiarazioni pubbliche del loro coordinatore, alla fine il Comitato ha deciso di non accettare queste condizioni e di prendere atto purtroppo dell’impossibilità di una congiunzione, con 27 voti contro 19 e 3 astensioni.
Sempre sulle congiunzioni, dopo una breve discussione il Comitato ha accettato il principio di una congiunzione anche con i Verdi liberali.

E finalmente è giunto il momento della presentazione di Roberto Malacrida come candidato al Consiglio degli Stati. Nel suo discorso Malacrida ha ricostruito la propria attività professionale e politica, raccontando i valori, i princìpi e le priorità che hanno ispirato la sua azione: la libertà, il rispetto, la sanità, l’educazione, la cultura. Un caldo applauso ha siglato l’accettazione entusiasta della candidatura di Malacrida.

Fra le eventuali, si è brevemente discusso dei rapporti fra il Partito Socialista e la GISO e sui rispettivi ruoli.

La documentazione

20150729comitatocantonale2

20150729comitatocantonale3