Primo d’agosto senza frontiere 2019

Piazza Indipendenza – Chiasso

1_agosto_2019_internetDurante il primo d’agosto, per vivere una Svizzera “altra”, cogliamo l’occasione per festeggiare i valori più belli che nel corso dei secoli hanno accomunato intere generazioni: l’accoglienza, l’ospitalità per i rifugiati e gli esiliati, la solidarietà, la multiculturalità, l’umanità, il plurilinguismo.

All’irresponsabilità di chi vuole i muri alle frontiere contrapponiamo il nostro essere aperti e solidali, accoglienti e generosi, ospitali verso chi fugge dalla guerra e dalla miseria per cercare un’oasi di tranquillità e di rispetto.
Per noi ospitalità non vuol dire accoglienza nei bunker.

Questo primo d’agosto senza frontiere si pone come obiettivo un momento in cui evidenziare quelli che per noi dovrebbero essere i valori che hanno fatto della Svizzera una terra d’accoglienza, di integrazione, di protezione dei bisognosi, di apertura, di rispetto per le minoranze.

Vogliamo anche smarcarci da chi invece aspetta con ansia un’ulteriore occasione per ribadire litanie che fomentano xenofobia e odio, con discorsi retorici, nazionalisti e populisti.

Vogliamo festeggiare una Svizzera aperta ai migranti e ai richiedenti l’asilo, contraria alle esportazioni di armi, allo sfruttamento dei lavoratori e delle lavoratrici, solidale con le organizzazioni terzomondiste, solidale con le organizzazioni che hanno a cuore il Sud di questo martoriato pianeta.

La Terra che vogliamo è una Svizzera ricca delle culture che la popolano, ospitale ed aperta, con le mani tese e i sorrisi volti al resto del mondo, umanitaria.

Stopallignoranza

 

28 giugno 2019

Programma della giornata

09.00 Torneo di calcio antirazzista
12.30 Pranzo conviviale (specialità siriane, somale ed eritree)

14.00 Interventi politici:

Marina Carobbio, presidente del Consiglio nazionale
Sohail Ajab Khan (nato in Afghanistan) racconterà la sua storia incredibile. Ora vive a Lucerna dove ha fondato il progetto Education for Integration a cui aderiscono 200 volontari.
Sta ancora aspettando una risposta alla sua domanda d’asilo.

14.30 Musica etnica e danze per tutti