Siamo la vostra voce: Mattia

Mattia – Per la formazione dei giovani si può fare di più e meglio

Mattia ha 25 e studia international business management in un’università inglese. A 16 anni è entrato in un foyer, dopo che il suo caso è stato segnalato a quella che allora era la commissione tutoria. Una situazione causata dai problemi dei suoi genitori. Molto presto ha dovuto imparare a essere indipendente. Afferma che se è arrivato dov’è oggi, lo deve anche al sostegno delle persone, delle strutture e dei mezzi – cui è grato –  destinati ai giovani confrontati a queste situazioni.

È arrivato in Inghilterra grazie a una borsa di studio per lingue e stages all’estero. Studia, ha dei lavori a tempo parziale, presto otterrà il diploma e non trova nulla di cui lamentarsi. Afferma che l’educazione e la formazione non sono un costo, ma un investimento e che in questo settore non bisogna assolutamente tagliare. Ritiene che per la formazione si facciano già buone cose ma pensa che si possa fare ancora di più e meglio, investire di più per offire dei percorsi più personalizzati ai giovani.